Tipologie di Ristrutturazioni Edili

Con la definizione di ristrutturazioni edili, si intende quell’insieme di interventi operativi che trasformano una struttura già esistente in un organismo edilizio interamente o soltanto in parte diverso da quello originario.

Se fino a qualche tempo fa le ristrutturazioni avevano uno scopo quasi interamente conservativo, oggi  esse comprendono invece anche modifiche sostanzialmente trasformative e innovative, con risultati anche notevolmente distanti per disegno e progettualità da quelli dell’edificio preesistente.

Vi è dunque oggigiorno una maggiore ampiezza e libertà di intervento da parte dei soggetti interessati per quanto riguarda le ristrutturazioni di case private e pubbliche, pur tuttavia sussistendo, ovviamente, alcuni vincoli importanti e impossibili da aggirare, tra cui il rispetto e quindi il mantenimento degli elementi di pregio (per esempio storici) dell’edificio e il mantenimento della superficie e della volumetria iniziale dello stesso; inoltre, in linea di massima, la sagoma deve essere conservata pressoché identica o comunque il più possibile simile a quella originale.

Nei casi in cui sussista una motivata e comprovata necessità, le leggi vigenti ammettono demolimenti parziali e parziali ricostruzioni, ma sempre nel totale rispetto delle norme sopra citate.

Le ristrutturazioni edilizie sono indicate come leggere quando non comportino aumento di unità immobiliari interne, di volume, di sagoma e quindi, in sostanza, non vadano a modificare in modo significativo la struttura, destinazione d’uso compresa, sono dette invece pesanti allorché comprendano tale insieme di caratteristiche.

La legge italiana prevede una serie di agevolazioni e detrazioni fiscali per le ristrutturazioni delle quali sarebbe sempre opportuno informarsi prima di intraprendere qualsiasi lavoro, visti anche i continui e repentini cambiamenti periodicamente apportati alla materia.

Comprare un immobile da ristrutturare potrebbe rivelarsi per l’acquirente un vero affare, purché non ci si lasci prendere dalla fretta di concludere e ci si faccia stilare prima un elenco delle spese da sostenere per adattarlo ai propri bisogni, al fine di valutare l’effettiva convenienza dell’acquisto e quindi il rapporto costi-benefici dello stesso.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>